Accessibilità web

Le persone con disabilità incontrano spesso difficoltà, non solo nell'utilizzo del computer in generale, ma anche nella navigazione online.

Sono 80 milioni gli europei con disabilità che necessitano un migliore accesso ai siti web e alle applicazioni mobili. A tal fine il 18 luglio 2016 il Consiglio Europeo ha formalmente approvato la direttiva relativa all'accessibilità dei siti internet e delle applicazioni mobili degli enti pubblici.

In Italia è in vigore la cosiddetta Legge Stanca  (Legge 9 gennaio 2004, nr.4, aggiornata dal D.lgs 106/2018) recante le «Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici».  L’obiettivo della legge, che prende spunto dal dettato costituzionale che stabilisce il principio di uguaglianza, è quello di abbattere le barriere digitali.

Tre i punti fondamentali del provvedimento:

  • privati e Pubbliche Amministrazioni dovranno realizzare siti accessibili a tutti
  • accessibilità e fruibilità degli strumenti didattici e formativi
  • la legge fissa delle regole generali, rimandando, per la sua concreta attuazione, ad un regolamento governativo, per la precisa disciplina delle situazioni giuridiche, ed a un decreto ministeriale che stabilisce le metodologie tecniche per la valutazione dell'accessibilità dei siti internet.

WebCenter: dal 2017 valutatori di accessibilità

La delibera CNIPA del 15 settembre 2005 istituiva un elenco di valutatori di accessibilità. Potevano essere iscritte all'elenco esclusivamente le persone giuridiche in possesso di specifici requisiti previsti dalla suddetta delibera.

Nel 2017 il nostro WebCenter venne accreditato ufficialmente come membro dell’albo dei valutatori di accessibilità, uno dei riconoscimenti più importanti ottenuti dalla nostra cooperativa nell’arco dei suoi vent’anni di attività. Nel 2020, con l'entrata in vigore delle linee guida sull'accessibilità degli strumenti informatici, come riportato dall’art. 2, comma 2 del D.lgs 106/2018, l'elenco dei valutatori di accessibilità è stato abrogato.

Dal canto suo, come centro di competenza nell'ambito dell'accessibilità digitale, independent L. continua a offrire attività di consulenza e formazione sul tema della web accessibility.

A chi ci rivolgiamo?

Enti locali, comuni, province, regioni, aziende municipalizzate, enti di assistenza e riabilitazione pubblici, aziende private concessionarie di servizi pubblici, aziende di trasporto e di telecomunicazione a prevalente partecipazione di capitale pubblico, aziende appaltatrici di servizi informatici.

Come funziona?

Per valutare l’accessibilità eseguiremo una prima analisi oggettiva mediante software e personale tecnico informatico (programmatori, web developer, web designer). Successivamente verrà fatta una seconda analisi, soggettiva, istituendo un gruppo di lavoro di esperti. Ne fanno parte anche un assistente sociale, un tecnico ausili informatici, una persona con disabilità visiva, una persona con disabilità motoria (tetraplegia) ed una persona anziana.
Concluse le verifiche previste sul sito web, verrà redatto e consegnato un report dettagliato degli errori e/o delle difficoltà riscontrate e verranno indicate eventuali proposte di miglioramento, al fine di facilitare l’accesso alla piattaforma web e il suo utilizzo a tutti i potenziali utenti (Inclusive Web Accessibility). Dopo che da parte dell’interessato saranno stati effettuati gli interventi necessari a risolvere le eventuali problematiche, verrà svolta una seconda analisi di controllo.

Ciclo operativo analisi accessibilità

logo Ultime news!

Innovazione, accessibilità e partecipazione: le parole chiave del webinar internazionale del progetto SMART

03 Maggio 2021

Siamo entusiasti di annunciare il lancio di tre webinar internazionali organizzati nell’ambito del progetto europeo SMART che si svolgeranno durante il mese di maggio.

WebCenter: richiedi un preventivo per il tuo nuovo sito internet

WebCenter

Sviluppiamo e realizziamo siti internet utilizzando tecnologie all'avanguardia, che rispettano i canoni dell'accessibilità, senza rinunciare a un design responsive moderno e accattivante!

A livello internazionale il Consorzio mondiale del web (W3C) ha emanato infatti delle linee guida per l’accessibilità delle interfacce web, divenute poi standard ISO e raccomandazione della Commissione Europea per gli stati membri. 

L'obiettivo principale di queste linee guida consiste nel promuovere l'accessibilità, non invitando gli sviluppatori di contenuti a non utilizzare immagini, video, ecc., ma suggerendo come rendere i contenuti multimediali accessibili a un pubblico più vasto.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito web www.webcenter.bz.it

WebCenter: la nostra esperienza è ventennale

Le cooperative sociali di tipo B come la nostra si occupano di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati.

Il WebCenter è nato proprio con l'intento di offrire a persone con una disabilità fisica l'opportunità di lavorare in un ambiente professionale e di sviluppare le loro competenze.

Inizialmente rivolto ai partecipanti del "Corso per i professionisti in informatica" è mutato negli anni fino alla formazione attuale, composta da professionisti con esperienza ventennale.

Chiamaci al n. 0473 010850

Dott. Günther Ennemoser
Responsabile accessibilità webguenther@independent.it
Diego Visintin
Web-Designer e tecnico informatico
diego@independent.it
Christian Dosser
Web-Designer
christiand@independent.it